...:: Critica e Stampa ::...

Giovanni Moschi

 

... Gli amorini si carezzano, danzano a ghirlande tra le nubi, gettando coriandoli di fiori sulla terra. La tecnica è spesso quella, antica, dei pigmenti da affresco su tavola e le grandi dimensioni del legno usato hanno l'originalità materica di balaustre d'altare o altri decori dei secoli diciassettesimo e diciottesimo.
La maniera della Corsini, apparentemente, può suggerire nessi con autori della nostra pittura rinascimentale, ma il raccordo può reggere sul piano tematico, non su quello formale. Esce, infatti, dalla tavolozza dell'artista un figurativo semplificato, gradevole, dall'ermeneutica chiara e scoperta......Le creaturine paradisiache della Corsini esprimono, in realtà, bambini veri, con sguardi veri, con pupille che trafiggono liete lo spettatore, non trasfigurate da trascendenze ultraterrene. I bimbi della pittrice, ce l'ha confermato Lei stessa, sono i figli del nostro tempo, osservati direttamente o con sotto gli occhi miriadi di stupende fotografie.